martedì 16 febbraio 2010

Settimana dall'8 al 14 febbraio 2010

La Camelia
La camelia del Giampy sotto la neve.





 Settimana difficile. Non digerisco il lungo sbagliato di domenica,

Programma della settimana:




LUN 08/02 – RIPOSO o 40’ lentissimo + 12 x 100 m. allunghi in scioltezza

MAR 09/02 – 1h di lento + 15 allunghi

MER 10/02 – 30’ riscal. + Fartlek 30’: (2’F + 2’M + 
1’F + 1’M + 30”F + 30”M e ricominci) +
10’ scarico

GIO 11/02 – 1h di lento + 15 allunghi

VEN 12/02 – 30’ riscal. + 15 x (150 m. salita in 35” recu. souple. in discesa) + 
5 km a 5’.00” + 10’ scarico

SAB 13/02 – RIPOSO

DOM 14/02 – Lungo 2h.10’ – dalla 2h : 1’ forte ogni 7’ 

Ne esce fuori:

Lun 8-2 - Riposo
Mart 9-2  - 1h Corsa lenta 12 km
Merc 10-2 -  Fartlek come da schema 12 km
Giov. 11 -2  -  1h di Corsa Lenta 12 km
Ven 12 -2   Riposo causa neve
Sab 13 -2  -  riposo 
Domenica 14-2 - mezza di Fiumicino:

Parto 25' prima della gara e comincio a scaldarmi e
mi metto a 5' 15-20 e arrivo alla partenza2-3 minuti prima dello sparo. Parto da dietro e accellero un po' al secondo km e mi accodo ai palloncini dell'1h e 50' e li seguo meyicolosamente fino all'8° km. La media sul mio Garmin a quel punto e' di 5 e 10 a km. La senazioe  e' di viaggiare a velcita' di crociera. Sul lungomare accellero e sento una picevole sensazione di sicurezza (Grazie Marco gia' da ora ti dico che hai fatto un ottimo lavoro...)
Viaggio anche troppo veloce w qualche km ne esce a 4' e 40 - 45. Passo il 12° Km e aumento va' ancora benissimo e affiancato da Paolo che mi accompagna per quasi tutta la gara e che mi dira' che sono andato come un orolgio svizzero. 16° km ...e' ora di cambiare passo ma l mo garmin ha il database pieno e non mi registra, sotto la scritta leggo 4' 35 - 38 ma comincia a sentirsi la fatica. Il tratto che costeggia il canale delle barche pur essendo bellissimo con i suoi saliscendi ti toglie il fiato continu a tenere ma non riesco asalire ancore di piu'. Al 19° arriva una crisetta. Mi fermo e cammino 100 metri e cerco di riattivare il Garmin e leggo il tempo 1h 34' 46. Sono sotto i 5' a km ma sento la botta. Cammino 100 metri riprendo...2-300 metri in vui ricerco la velocita' e sul lungomare la mia mente mi comincia a dire che manca un km e poco piu'. Rialzo le gambe sento che rivado  e penso di fare l'unltimo km sotto i 4' e 30....arrivo sprintando e sorpassando come mai e' stato. Il tempo e superiore all'1h e 46 in quel km perdo molto piu' di un minuto ma il finale e' stato bellissimo e forse la crisi e' piu' mentale che fisica. Gara inversa per me che parto sempre a tutta per poi gestire le crisi. Devo imparare e questa preparazione sta' diventano semplicemente una Scuola di Corsa perche sto' imparando a fare cose che mai avevo provato. 26 km per me.

Km della settimana 62
Sensazioni da basse in salita.

9 commenti:

Marco Bucci ha detto...

Bene... e' solo una questione mentale...
Devi imparare a trattare il tuo Garmin come un collega che ti stia dicendo all'incirca come stai andando, ma cio' che piu' conta sono le tue gambe, le tue sensazioni, il tuo corpo che decide come invece devi correre.
La maratona e' l'unica gare in cui pensi con le gambe e corri con la testa....
Devi imparare a gestire meglio le crisette... non ci devi arrivare nella gara, semplicemente sbattendoci il grugno adesso, come ti sto facendo fare adesso...
Vedrai che piu' vai avanti e piu' le gestirai da padrone delle tue gambe : non sei tu che devi subire la corsa ma le gambe che ti devono obbidire...!!
In gamba allora Ezzie'...!!
Stai andando bene, non ti preoccupare... che poi il giorno della maratona, per un bel pezzo c'avrai un angelo custode... sempre che sto cacchio de piede se rimette...!!!
Ciaooooooooooooooooo

Francarun ha detto...

Dal basso in salita mi garba proprio, ma perchè cammini invece di corricchiare Eziuccio !?
Mi pare che stai tornando come agli inizi e la fatica ora la senti meno, un po come me, il bucci è troppo forte !
E Bravo eziuccio piano piano me batti anche in salita !

Ezio ha detto...

Marco lo so' solo la testa mi ferma quando mi accorgo che non riesco piu' a gestire...ma vedrai che daje e daje imparo a gestirla.

Franchina 100-200 metri di camminata per spezzare uno stato che comincia a diventare pesante non fanno male e poi ricominci a correre come prima...se ce l'hai e io domenica ce l'avevo. Indipendentemte da tutto va' bene. Oggi avevo un ora di lenta...ho fatto 45' a 5' e 15 e poi 5' a 5'/Km, 5' a 4'e 45/km e 5' a 4'e 30/Km....la comincio a capire la lezione?

GIAN CARLO ha detto...

Non te lo dico + ...quello è un negriero ..fatti sempre qualche sconto se no ti fa tirare il collo come fossi una giraffa.

the yogi ha detto...

hai un botto di km nelle gambe, dovresti essere meno severo con te stesso.......

Ezio ha detto...

Gianca'...so' che lo apprezzi...

Marco...sento di essere ad un passo dall'imparare cose che non sapevo. Mi dispiacerebbe mollare o sbagliare qualcosa adesso.

Marco Bucci ha detto...

..Sta' a senti' Giancarlo...!!
Quello e' dell' INTER..!! ;-D
ahahahahahahahah

er Moro ha detto...

Quoto Yoji! Daje Eziè

Tosto ha detto...

in effetti 62km non sono pochi!
cmq anch'io pretendo molto da me stesso e a volte si esagera :(