martedì 2 ottobre 2007

Colonna 2007 - Nando Carnevali scrive...

DSCF2856

Oggi…30/10/07, ultimo del mese…, si festeggia la consacrazione della Running Evolution nell’Olimpo del running d’Elite…quel chip nero e logoro….la corsa spesso ti libera..da ogni tipo di cose…..(verità nascoste)….

Cari amici,

oggi mi è capitato un chip nero, molto logoro, sudato..e molto corso……da qualche campione o tapascione? Dico da qualche campione..grazie campione di avermi aiutato a terminare “dignitosamente” la mia dolorosa gara paesana, che aspettavo da un anno…il fato ha detto no…era meglio farla in moto bandierata e impallonata…scusami bandiera mia…a Frascati avevi un altro senso…sappi che comunque ti voglio sempre bene. Oggi, in una splendida giornata di sole, peccato per l’entusiasmante minigara dei bambini and family di ieri pomeriggio, un po’ rovinata dal tempo uggioso (mitico Lucio), ma sempre bello…perchè loro sono innocenti…si divertono sempre…,il nostro Trofeo Principe Pallavicini è volato, ha sugellato la crescita della nostra R.E, fino a collocarla come la 10 Km della Top Race più partecipata, più organizzata, più premiata, più gadgettata, più fotografata da dei clic di professionisti, Ezietto e Giampy, gota regionale..dall’alto dell’elicottero, dalla scala dei pompieri, “dàa scaletta dea vigna”, dai muretti, dagli anfratti più periolosi, dalle tv locali… oblio totale, tanto che, controsole mi sembrava di aver notato anche Sky..forse sbaglio…ma lo sky molto azzurro c’era comunque…è meglio sognare...è gratis…Un colpo d’occhio fantastico, fa pensare ad una “nostra piccola Colonna-Ostia”..il vialone strapieno e varipinto di colori, basta sostituire sullo sfondo il Palazzetto dello Sport con il nostro mitico “Dindarolo” o “U serbatoiu”e qualche straniero in più ed il Dado è tratto!! Tutto questo grazie al Pres. in testa; ha perso più chili e sonno lui, per organizzare meticolosamente questo scenario, che correre una maratona tirata a 3,20..(suo sogno futuro, auguri ). Un big particular thanks anche agli amici “attori” della soap della R.E., McRooney, Smile, Pietrangeli 77, the Pirate, Nutella, Pupona, Giampy, Ezietto ed altri, meno che io, e mi dispiace molto…che hanno lavorato come “negri” sudisti stacanovisticamente per la riuscita della nostra bella gara sociale…un puzzle perfetto…oltre 1000 atleti…ci siete riusciti..bravi! Anche un big revival di oranges. Un plauso particolare al Pirata tuttofare, (v. Berlusk), che pare.. sia teminato secondo societario dietro all’ascetico Top Black Jesus..un plauso a mia moglie Sidney, Anita Deker’s wife, Fulvia’s mother, alla simpaticona Ivana “Spagna” Cicala’s granchild, a Omelette’s women, tutte camminatrici veloci, che più non si pùo..nemmeno col candeggio..(Lip) più felici di me…con qualche trotterello, in più potreste arrivare prima di Zuppello (Candelabrus). Durante il mio calvario, specialmente a 4° Km ho sentito con felicità tanti incitamenti “Forza Nando”, ma io non c’ero…nemmeno un sorriso..scusatemi..in quel momento ho visto e rivisto il grande film il “Sorpasso” di V. Gasmann e J.L. Trintignant dei “monaci birmani e non”, forse è ora di andare ai box..forse ho “corso” troppo, sempre con entusiasmo e con risultati soddisfacenti, ma soprattutto per la “maglia” fino alla Speata. Tornando al titolo, nella frase: la corsa ti libera spesso da ogni tipo di cose (alla One), durante la gara, nonostante la fatica, ho sorriso tra me per un minuto, e precisamente all’ultima salitella, curva a gomito a sinistra, diritti verso il 7° km, al ponte dei Pizzolato, un omino rasato, targato Peter Pan, forse.., per lo sforzo profuso, ha emesso tre insufflazioni albule anali sonore a ritmo gara.. ho pensato…o sta fondendo, o ha inserito il turbo..aveva inserito il triturbo… Mi dispiace per le teorie serie di Maestro One, che io ho sempre approvato ed applicato, ma ora, in attesa di tempi migliori, ho deciso di prendermi un periodo di riposo sabatico. Un caro saluto col cuore a tutti gli amici runnerari, miei “attori” della nostra fantastica commedia nel tempo e nello spazio, che ho molto sfrugugliato, ma che, penso, ci abbiano riempito qualche spazio vuoto…se potrò, vorrei scrivere sul sito altri racconti quotidiani. Ciao ragazzi ciao..voglio dirvi che…(grande Molleggiato)…ci rivedremo presto nelle gare. Grazie.

Nando

p.s. “O Atleta della R.E. , quanti chilometri dell’infinito puoi tu percorrere con passo veloce e ardito…anche se sarai ferito?…pochi….…but always…(Go Pre!)

2 commenti:

Fausto ha detto...

Grande Nando, sempre puntuale, simpatico e spensierato il tuo racconto... grazie per i complimenti (come vedi sei stato determinante per il superamento della quota 1.000... e pensare che avresti voluto tagliare il traguardo in moto!)
Unica pecca: sotto le 3 ore e 20 ci sono già sceso 4 volte... sono le 3 e 15 che mi mancano! E la differenza, credimi, non è poca cosa...
Un abbraccio
Fausto The Pres

Massimiliano ha detto...

Ciao Nando, ti leggo sempre sai e con piacere.
Io come sai ho iniziato una nuova avventura lavorativa che m'impegna moltissimo anche con viaggi che proprio dietro l'angolo non sono.
Non sono ambizioso, nel lavoro come nello sport però adesso mi viene chiesto questo e non posso sottrarmi.
Le sedute di allenamento scendono, mantengo la palestra andando però la mattina presto, altrimenti...
Per la mia prossima gara francamente non saprei, però come ti ho già scritto, vediamoci anche per una pizza, con immenso piacere.
A presto allora.
Max