mercoledì 7 maggio 2008

5 Maggio 2008 -100Km-del-Passatore


100Km-del-Passatore, inserito originariamente da Running Evolution.

L'augurio che mi faccio?
Il prossimo anno di aspettare con l'adrenalina giusta questi
giorni mentre preparo questa gara.
Il sogno di una vita....correre per 100 km...
da raccontare ai nipoti vicino al fuoco
"Lo sai quella volta che nonno corse al Passatore...
che giornata piccolino mio"
"E quanto tempo ci impiegasti Nonno?"
" Dodici ore...ma il tempo non era importante...bello di nonno,
L'importante era esserci...Superman per un giorno.
Quando passai per il Passo della Colla.....".
Nel frattempo raccontero' che ho tanti amici che
quest'anno faranno quest'impresa.
Primi fra tutti Ugo e Mauro, due super-esperti di questa
"Super-Gara" che cercano il tempo!
La promessa di Ugo e' che se scende sotto le.....ore
(per scaramanzia) si dedichera' ad accompagnare persone
in maratona e al passatore e Mauro Van Damme...
poche parole ma....!!!
Ma cio' che mi appassiona di piu', quest'anno,
sono le partecipazioni di due persone.
Primo fra tutti e' Marco, stiamo correndo tutte le gare vicini
e per questo capite perche' mi incuriosisce ,
Grande Marco il tuo coraggio mi da' una grande forza,
mi piacerebbe accompagnarti per 65 km ma per motivi di lavoro
non posso sbilanciarmi in appuntamenti....ma chissa'!
E in fine Jackie "La Forza", vorrrei essere un minuto
nella tua mente, so' che ora non e' facile, ma appena parte
lo sparo non ce ne sara' piu' per nessuna.
Infine un altro amico Marione, grande bloggher amico mio
che affrontera' con gran coraggio questa impresa.
Grandi tutti, solo affrontare questa gara fa' di voi dei
Supermen-woman.
Il mio pensiero vi spinga e accompagni nella vostra impresa.

9 commenti:

Mathias ha detto...

a pensar a questa gara vengono solo i brividi.. poi una volta avevo letto la storia del nome, su una rivista, del Passator cortese,era un brigante se non ricordo male..e la mia mente si è messa a fantasticare. Un in bocca al lupo anticipato a tutti gli amici coinvolti nell'impresa :-)

Anonimo ha detto...

Caro Ezio, nel blog di "la bacheca di villa Torlonia", del 27 Aprile 2008,trovi una traccia approssimativa di quello che possono essere gli allenamenti in vista di un Passatore.
E' probabilmente la gara più bella al mondo,delle mie 40 maratone ricordo molto,dei miei 5 Passatori ricordo ogni passo.
Il bello sta lì ed il giorno in questione è uno di quelli che comunque vada non tradisce.Ho dei bei ricordi anche dei miei 2 ritiri.
Gli allenamenti invece per arrivare a quella "cento" sono estremamente diversi da quelli che usualmente fecciamo e proporzionali alle nostre aspettative.
Sai bene che ho sempre sostenuto che preparare un passatore per chiuderlo tra le 12 e le 13 ore, è meno impegnativo che fare una preparazione per una maratona veloce.
Sai inoltre che alcune caratteristiche individuali possono fare la differenza tra l'allenamento di uno rispetto ad un altro.A casa mia Jackie docet ed in fondo anche tra me e Mauro ci sono delle differenze.
Una cosa è certa,con i sistemi di reitegrazione oggi possibili,fare una cento oggi diventa un sogno realizzabile per molti ed è una emozione alla quale, nella vita ed a mio giudizio, non si può rinunciare.
Al traguardo della mia prima ho chiuso gli occhi per un istante ed in quello ho rivissuto tutta la mia vita, tutta quella fatica in quello stesso momento ha trovato le sue giustificazioni ma anche la sua impossibilità ad essere spiegata completamente, tanto più a parole,se la chiamano "LA CORSA CHE STEGA LE MENTI"....
Spero di poter mantenere la mia promessa per il prossimo anno e di condividere con te, e con gli altri che lo vorranno,esperinze e certi ricordi.
PS guarda bene che il passatore comincia a "LUGLIO".
ugo

Anonimo ha detto...

caro Ezio, il tuo sogno è anche il mio, di tutti quelli che partecipano a questo genere di imprese, potersi dire e raccontare agli altri che quel giorno si è affrontato qualcosa un pò fuori del comune....Vuoi sapere cosa c'è nella mia testa, c'è proprio quel sogno, c'è paura, perchè di me so fino a un certo punto ma cosa accade dal 43 km. in poi? so di essermi preparata e allenata in un certo modo ma è quel..dopo..che spaventa..e più forte di tutto c'è la curiosità perchè immagina cosa vuol dire vedere ogni anno Ugo terminare la gara con gli occhi lucidi e pieni di emozioni, sentirlo raccontare delle lucciole, del buio, delle montagne che vedi davanti a te e che dovrai superare, della gente che ti fa festa nei paesini, del silenzio che ti sommerge mentre corri sul ciglio della strada, degli eroi solitari che passo dopo passo inseguono quel sogno, dell'arrivo a Faenza,quando si esce dal buio, dal freddo, dal sogno e si entra nella realtà, nella piazza illuminata a giorno, la gente che ti applaude, la felicità....dimmi se non si può avere voglia di provare queste emozioni...la tua mente che sogna ha già deciso, non c'è dubbio, sei già lì con la tua testa...io non so se riuscirò a percorrerli tutti i km. ma sarò contenta comunque di averci provato, non è una questione di coraggio, bisogna partire leggeri, sapendo che si arriverà fin dove si potrà...
Jackie

giampiero ha detto...

Tranquilli!! E' tutto sotto controllo, li sto convincendo a costituirsi, sono dei bravi ragazzi con compulsioni distruttive ma so come trattarli. Una bella iniezione di Giampylene e guariscono. Ogni tanto fanno così, delirano su questo Passatore, hanno le visioni e ci tengono in ambasce, ogni tanto acchiappano qualcuno e lo portano sul camper e rimane invischiato dalla setta dei Graziani. Ormai abbiamo l'antidoto, è una pozione segreta che si fa solo nelle grotte di Tuscolo. Hanno nel loro elenco delle prossime vittime gente del calibro di Ezio, Teresa, Marco e chissà chi altri, ma li teniamo d'occhio. La protezione civile è allertata!!

Anonimo ha detto...

E' emozionante già solo leggervi, e credo che non riguardi solo il "passatore" ma il modo in cui vivete la corsa.
Trasmettete un'emozione e una "legerezza" che fa venire voglia di....correre...correre..e farsi contaggiare da voi
Maria Regina

Ezio ha detto...

Che belli che siete....sono d'accordo con Regina!

X Mathias...che brividi al pensiero, e' vero! E' bello sognare e i racconti di Ugo...farei il nipotino che ascolta il nonno vicino al fuoco!

X Ugo...ho abbattuto molti muri e piano piano arrivero' a capire come puo' essere piu facile che una maratona. "LA CORSA CHE STREGA LE MENTI".....Senza questa poesia la corsa cos'e'? Un esercizio di ginnastica....

x Jackie...sogno e paura, avevo capito bene cosa c'era nella tua testa. Avevo visto la tua espressione curiosa e preoccupata a padova nel camper mentre Ugo dava suggerimenti a Marco sulla preparazione. Ma sono sicuro che lui sa' quello che fa' e tu sarai protagonista come sempre.

x Regina...il prossimo anno insieme...e portiamo pure quello scettico del cacchio del Giampy...che parla parla.......parla...ma poi...

P:S: Piuttosto non dovevamo fare una cena post-maratona?

Un Bacione a tutti!

Ezio ha detto...

Per chi volesse leggere il commento di Ugo nel dopo-Padova l'indirizzo e' questo:

https://www.blogger.com/comment.g?blogID=1296489096926389354&postID=8486129003334653097

giampiero ha detto...

chiaccheri chiaccheri, intanto al passatore mi ci mandi da solo.. meno male che abbiamo appena comprato il pulmino...
vabbè io inizio a dare un occhiata a tutte le osterie e trattorie della zona..così famo la dieta a zona..a modo nostro!!

Ezio ha detto...

Scrivi, prendi appunti che li' c'hanno il Chianti e le Fiorentine(le bistecche perche' le altre me sa' che quei giorni se le potemo solo sogna') cosi' quest'altro anno non ce ne perdiamo una.