lunedì 21 aprile 2008

21 Aprile 2008: Dove la crisi?....se crisi sara'....


La partenza della Maratona di S. Antonio è posta a Vedelago, paese in provincia di Treviso con una grande tradizione podistica: per 12 anni, dal 1988 al 1999, qui si è svolta una maratona a carattere nazionale. Lasciato Vedelago, gli atleti si dirigono verso Castelfranco Veneto, dove entrano poco dopo l'8° chilometro di gara. A Castelfranco Veneto, il tracciato della maratona segue il perimetro delle mura medievali, per poi uscire dal centro cittadino, salendo sul cavalcavia della stazione. Gli atleti si dirigono poi verso Resana, percorrendo via Castellana. L'ultimo tratto all'interno della provincia di Treviso coincide con il 15° chilometro di corsa; poi s'imbocca la Statale 307 (detta "del Santo") verso Padova. Il primo paese in territorio padovano è Loreggia. Poco dopo, a Camposampiero, è collocato il passaggio alla mezza maratona. Tra San Giorgio delle Pertiche e Campodarsego, gli atleti affrontano la frazione di gara che va dal 25° al 30° chilometro. Subito dopo, gli atleti incontrano Cadoneghe, approssimandosi alle porte di Padova. L'ingresso in città avviene da nord attraverso il quartiere San Carlo-Pontevigodarzere, dove i maratoneti transitano di fronte allo stadio Colbachini (teatro di uno storico record mondiale nel salto con l'asta realizzato, nel 1992, dall'ucraino Sergey Bubka). Subito dopo via Tiziano Aspetti conduce gli atleti al cavalcavia della stazione. Da qui si scende in viale Codalunga, si prosegue per Piazza Mazzini, si oltrepassa Ponte Molino, quindi ci si dirige verso Piazza dei Signori e Piazza della Frutta. L'ultimo chilometro si snoda tra il Caffè Pedrocchi, l' Università, Palazzo Moroni e via Roma ed infine lungo la lieve discesa di via Umberto I. Il traguardo vi aspetta nella piazza più grande d'Europa, Prato della Valle. Dove festeggeremo tutti insieme!!



Dal sito della Maratona di Padova.




4 commenti:

margantonio ha detto...

Perchè devi porti il dubbio che ci debba essere una crisi? parti tranquillo (intendo come ritmo) e già questa è una buona premessa per evitare la crisi.
in bocca al lupo.
antonio

magari ci si vede, io sarò col palloncino di pace-maker delle 3 ore

Ezio ha detto...

Grande Antonio! Che bel augurio che mi fai....mi piacerebbe incontrarti verso il 41° km ma mi accontenterei anche di superare il tuo collega delle 3h e 30...sarebbe il mio sogno. Scherzavo, spero che la mia preparazione sia buona da evitare crisi e comunque sia vengo per divertirmi e se ti senti chiamare "Marcanto'" saro'io.... allo stand o alla partenza naturalmente!

Mathias ha detto...

in bocca al lupo..ci si legge la settiman prox. all'attacco delle rispettive maratone mi raccomando :)

giampiero ha detto...

La crisi l'avrai quando ti dirò che resto a padova a vedere il concerto di sera e dovrai tornare con nando in macchina...
pure morto ma finchè posso ti porto a 5'10", poi ti libererai del mio peso e volerai a 5' chiudendo in 3h34'23..fidati