domenica 11 novembre 2007

Una poltrona “bionda jonica naccherata”…per due “Casanovas”.

49.e che compagnia!

Zappingando in bacheca, mi saltano immediatamente all’occhio le due “belle” foto del Pres. ed il di cui brother Jesus, all’Hotel Palace, remember Itis, in atteggiamenti ballanti (as danza del ventre), ma forse “anche” culturali, alle spalle provocanti di una bella atheniese bionda supernaccherata, si evince subito la poliedricità del Pres. in questo campo, ma anche Angelo non demorde, anche per non sfigurare, un giorno dall’album, nei confronti della piccola Flaminia. Potrebbe essere anche un diaboliko fotomontaggio del Pres., magari con lo zampino di E33..this is the question..mitico William…., però sembra che i risultati della corsa siano stati disastrosi per entrambi, e noi poveracci, tutti ansiosi ad incoraggiarli, a pregare…mentre loro…l’importante è che le maglie orange siano transitate sul traguardo finale, con bionda o non bionda..adesso aspettiamo i Greci jonici e dorici a Colonna nel 2008!! Che eroi questi ragazzi!!!!Purtroppo “Il fatto”, in onore di Enzo, non è stato eticamente educativo per gli altri orange domussati, speriamo che intervenga Maestro One, questo è il contrario di tutto, diciamo che è stato un puerile “primo” cedimento umano… lontani da casa… poverini, oppure potrebbe rivelarsi un nuovo metoto di concentrazione deansiante pre-gara, chissà se il serafico Baldini avrebbe agito in egual modo, comunque poi, non tutti, il giorno dopo, hanno la stessa reazione catastrofica. In alternativa al Vivaro, si potrebbe provare anche noi qualche volta, come i vispi nipoti newyorkesi, senza l’assillo clericale del cugino per bene padre Rulph…e se anche con lui non sarebbe stato così?…this is the
requestion……rimitico William….Ciao

Nando

9 commenti:

Ezio ha detto...

A Nando ma quando e' che torni a correre con noi...domenica c'e' Pizzolato con l' Owerzone e appresso arriveranno pure i breccioni con le distorsioni e la Maratona di roma sta li' dietro l'angolo e dovemo prepararla caro mio altrimenti niente Owerzone e ninete Maratone. Sotterra momentaneamente la penna e dissotterra le Asics che ce manchi la domenica.

ugo ha detto...

Caro Nando,fino alla scorsa settimana avrei considerato le tue riflessioni in tutto e per tutto esaustive rispetto alle ipotesi di interpretazione del misterioso dilemma del reportage fotografico ateniese ma debbo, in vero,sottoporti un'altra possibilità,sulla quale trovo essenziale il tuo sommo parere.
La settimana scorsa, come tutti, sono stato ammaliato dai sofisticattissimi riti propiziatori utilizzati dai nostri emigranti di terra Ellas.Debbo dire che a seguito dell'attento esame delle tecniche in uso,obbligatorio per chi come me necessita di costanti aggiornamenti per poter proseguire la sua missione di ....One,ho subito avvertito un fastidioso cerchio alla testa,secchezza delle fauci,effetto occhi pallati e strani,palpabili ed inspiegabili movimenti al basso ventre,bassi ma molto bassi.
Non ho dato peso agli strani fenomeni ma di li a poco ombre oscure e tuonanti di strani presagi accompagnate da incontenibili gorgoglii di ribellione alla corsa,si sarebbero fatti strada dentro me contaminando tutta la restante setticmana di quel disagio che non si può contenere e che poi finisce per travolgere tutto,esattamente come un TSUNAMI.
Risultato, dopo un anno di onorata militanza e senza mancare un "colpo", ho finito per dover dare forfait ad una gara alla quale poi tenevo molto.
Ergo:e che le innocenti e caste danze propiziatorie o decontratturanti non siano invece la famosa Macumba Prugnata Ellenica dal feroce effetto "Rilassativo"?Del resto ciò che fa il presidente deve essere sempre seguito dai suoi discepoli ed i dirigenti devono sempre dare il buon esempio no?Potrebbe valere pure la regola del "Mal comune mezzo gaudio".
Attendo lumi e spero che questa onda d'urto non si propaghi fino in terra di Toscana.

Ezio ha detto...

Ugo mi dispiace ma ti devo riprendere, ti professi frascatano doc e tua moglie non conosce i carzuni co'u ribbutico...non ho parole.

ugo ha detto...

Ezio macchè te devo da fa,questa è forastiera,viè da Ostia, chi o sa che lingua parlano,anzi o sai che te dico: quarche vorta tengo l'impressione che io parlo parlo ma mica o saccio se me capisce!

Ezio ha detto...

Vabbe che voi fa', a mia me capisce quanno parlo ma nun fa' 2h11' a na 30 km...ognuno c'ha la croce sua...

ugo ha detto...

....pensa che culo che c'hai E',ma 'o sai che vordì fa e corse e sentitte dì:guarda che è arrivata da 10 minuti,garda che se sta a cambià,ma quando attacchi e scarpette?poi pe arrivaje davanti o sai che devo da patì?pensa che quanno succede mica me dicono più:ammazza sei annato forte ,come na vorta,piuttosto.ma che ha fatto Jackie,se sentita male?Mejo che nun annamo oltre E',e ariannamosene a fa i giretti nostri da bravi sciupascarpe 'mezzo ar bosco!

Ezio ha detto...

E ma la notte tra il 31 Maggio e il 1 giugno...Si narra (leggende metropolitane?) che Jackie al 27° km, dove la gara si divideva tra i 30 km e i 100km, abbia obbligato Mauro a prendere la direzione giusta perche' s'era n'puntato come n'mulo e voleva fa' la 100 km, all'arrivo ripeteva "potevate fammeli fa' n'artri 30-40 km" sta carico il compare...

Jackie ha detto...

Caro Ezio, c'è un fondo di verità in quest'ultima,Mauro non faceva altro che ripetermi " quanto rosico a vedere questi che fanno la 100 Km, rosico proprio!", le altre sono tutte chiacchiere...

Ezio ha detto...

E' vero scherzavo. Ma a quel bivio me lo immagino che voglia che c'aveva!