lunedì 28 novembre 2011

Firenze Marathon 2011 - La maratona più bella.




Difficile mettere sul blog tutte le emozioni passate in questo giorno....ma comincio da qui. La maratona più bella...la maratona del ritorno, dopo due anni in cui non riuscivo piu a correre era dura. Tante emozioni tanta voglia di finirla tanta ma paura di fallirla e sarebbe stata sicuramente l'ultima. Questo fiume di sensazioni mi portavano a sentire un senso di strana agitazione....
L'antefatto ...30 giorni fà durante un lungo Angelo scivola su un sasso e si rompe la costola e si fà un pneumotorace. Difficile pensare a una maratona ma lui è un chirurgo toracico e fà il primo miracolo...una settimana fà mi comunica che ci sarà. Felicità perche siamo un duo da favola e perchè senza lui non sarebbe stata la stessa cosa. Certo la paura per la sua salute e per la sua tenuta fisica dopo quasi un mese di inattività sono forti ma la sua voglia di esserci a tutti i costi sono un grosso traino per me...di certo non lo lascerò da solo. Ieri mattino sveglia alle 6,30 (vabbè sveglia forse è un pò eccessivo per chi conta le ore..).e solite cose di rito. Apro la finestra e un bel freddino mi assale...bene!!!
La colazione dei Campioni e poi via si parte!!! Un fiume di runner si avvicinano alla partenza e non serve conoscere la strada. L'incontro Con Franca alla partenza è sempre una festa...conosco Erita altra maratoneta compagna di squadra e mi rammarico perchè mi sfuggono Alessandro (il marito di Erita) e la ormai mitica Simonetta detta Simo, Ultramaratoneta e segretaria del CAI che sembra destino non riesco a conoscere....ma chissà la giornata è lunga...Nelle gabbie l'atmosfera è quella di sempre...adrenalina a mille e mi ritrovo a fare da supporto psicologico e tecnico con il neo acquisto del nostro gruppo..Stefano che dopo un passato da 2 e 50 in maratona una ventina di anni fà ora si ritrova da cinquantenne a riesordire in maratona con i dubbi del neofita. Gli dò la tattica di gara...mi ascolterà scrupolosamente e alla fine sgarrerà di pochissimo i miei consigli.. SI PARTE!!!! Emozioni, musica, paura, risate... Il nuovo percorso è meraviglioso, tecnicamente la Firenze Marathon è decisamente migliore di Roma, pochissimi scossoni su un percorso con 4-5 saliscendi dolci e per il resto un nastro di strada in piano in uno scenario di bellezze da sogno.La scelta  con Angelo era già decisa da giorni, ci mettiamo dietro i palloncini delle 4h e 15 e poi vedremo.Si viaggia da subito bene su stradoni grandi e subito un altra sorpresa...Raffaele Carli un altro compagno del Cai (uno da 120 maratone e 10 Passatori...) ci fà da Pacer...è matto come un cavallo ma sentirò il suo occhio addosso per tutta la maratona...Andiamo avanti sereni prendo sempre più sicurezza e stimolo Angelo urlando in tutti i sottopassaggi e nelle viette strette di Firenze.Una sequela di complessi e bande musicali sono da compagnia ai bordi della maratona e al diciottesimo km ci troviamo a cantare insieme "Blue Moon"  dopo averla ascoltata dalla banda di turno...e riascoltarla embè mi fà un certo effetto...





Si passa alla mezza io mi sento bene, Alessandro il Caino appiedato da numerosi infortuni alle ginocchia ci scatta una foto terribilmente mossa e Angelo comincia a scomporsi. E quì esce il pacer natural quale sono...consigli su tecniche di rilassamento e cambio di impostazione di corsa (i dettami del grande Giampy...:)) lo aiutano a passare il momento e si và verso la zona degli stadi, bellissima tecnicamente ma deserta. La strada appiccica dai sali e le maltodestrine e bisogna spostarsi sui lati della strada...ci manca solo questo...:)
Al trentesimo il cavalcavia che prima era al ventunesimo km...mi sento coraggioso e accellero...la mia unica aspettativa in questa maratona è "Dopo mille km camminati a Santiago oggi a qualsiasi velocità ma non devo camminare un metro"..chissà se ce la farò? I km passano svelti e il trentaquattresimo un altra sorpresa..a bordo strada vedo una maglia del Cai e una testa rossa ...Ma si è lei finalmente...urlo SIMOOOOO e finalmente un abbraccio. Dopo anni di contatti telefonici per la squadra e messaggi su facebook per iscrizioni e pratiche varie un viso...dolorante per un fastidio al tallone ma sereno e scherzoso. Ci lasciamo subito e continuo vicino a Angelo che comincia a soffrire. Passa un km e me la trovo accanto che mi dice che voleva fare un pò di strada con noi nonostante il dolore. Passiamo al Duomo urlando la nostra gioia, 



Angelo ha una faccia che è tutto un programma..tra il nauseato e lo stupito ...la strada prende la discesa 36 - 37 km ....Simo ci lascia il dolore è acuto....continuo a urlare nelle viette per far stare su Angelo. La strada risale su Lungarno è il momento peggiore. Angelo fà l'elastico e vuole camminare, lo pungo sull'orgoglio e gli ricordo i suoi passati da Leone del Rugby Roma ma non reagisce...al 39 km cammina su un ponticello. Continuo la mia corsa perchè sò che è il momento di lasciarlo ...e lui da dietro cercherà di riprendermi...ormai lo conosco e ne sono certo... Riagguanto i pacer che mi avevano dato 50 metri sul Ponte Vecchio...che meraviglia di maratona...!!! a piazza della Signoria strappo una foto a Raffaele in corsa e poi dentro Via dei Carzolari, di nuovo il Duomo siamo al quarantesimo km e mi è venuta voglia di correre...La stradina in salita è quasi finita in un attimo, i pacer si accorgono di stare correndo troppo e li passo ...vado da solo sul Lungarno sorpassando anche a zigzag  tutti quelli che soffrono l'ultimo km. Mi chiamano in molti tra quelli che sono già arrivati...tra tutti Andrea e Ivana, Fausto e Fulvia..gli urlo la mia felicità e mi accorgo che contrasto le faccie afflitte dei tanti che arrivano con me. Eccola....la chiesa di Santacroce...la guardo e penso che da Saint Jean sono arrivato a Santiago e da Santiago ora sono arrivato quì e naturalmente sorrido. Avrò sorpassato 100 persone nell'ultimo km ma prima del tappeto un ragazzo mi affianca per bruciarmi sull'arrivo...accellero non glielo posso permettere e arriviamo insieme per mano. Felice!!!! Angelo arriva dopo un minuto un abbraccio fraterno ci lega. Tempo finale 4h e 11 ma a me sembra un dettaglio oggi.








Qualche giorno fà a una cara amica dopo una maratona avevo scritto questo:

Ama ciò che ti rende felice, ma non amare la tua felicità.
corri guerriera corri...non ti curare del tempo dello spazio e degli altri...corri se è ciò che ami...:)
 Ma oggi lo sento intensamente dedicato a me....:)

17 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Grande Ezio.
T'ho letto con entusiasmo.

nino ha detto...

complimenti. io non ho ancora metabolizzato e non ho ancora capito se mi piace oppure no. di sicuro gli ultimi 7km sono da brivido.

theyogi ha detto...

lo scenario era perfetto, zitti zitti avete affrontato e vinto il minotauro.... bella storia!

Ezio ha detto...

Grazie ragazzi!!!!

corradito ha detto...

Complimenti, bellissimo racconto e bellissima gara.

Monica ha detto...

Incredibile racconto.... sei uno dei pochi che riesce ad entusiasmarmi con le parole, l'unico che non usa questo strumento come autocelebrazione... ma forse non a caso corri con il CAI.... Grande Ezio!! Felicissima di averti rivisto, felicissima che finalmente tu sia ad incontrare anche il mitico Raffa e la pazza Simonetta (me la sto immaginando a Piazza del Duomo) e super contenta di questo rientro... Dì ad Angelo che sono veramente orgogliosa di lui....

Ezio ha detto...

Non mi fate emozionare eh....:)

Monica ha detto...

Emozionati va..... te lo concediamo :-)

francos ha detto...

Grande Ezio,leggendo il tuo racconto mi è venuta voglia di correre un'altra Maratona, emozionante, un saluto anche a Angelo grande Guerriero.

Tosto ha detto...

dopo due anni di astinenza forzata una grande impresa che da carica e fiducia!
a quando la prossima?

Marco Bucci ha detto...

Son proprio contento di vederti cosi' entusiasta Ezzie'...!!!
Bentornato fra i maratoneti.
...spero di copiarti prima o poi....

ciro foster ha detto...

Ah, no, questo non si fa! Ancora una volta non riusciamo a incontrarci, tu e la Fra, com'è sto fatto? Guardate che io vi inseguo in (quasi) tutte le corse toscane!Ah Ah Ah, complimenti Ezio, ci vediamo alla prossima Mara, a Roma!

lello ha detto...

complimenti ezio , ti ho letto molto carico , una bella citta' una bella gara in mezzo a tanti amici e correndo in allegria che vuoi di piu'???????'

stoppre ha detto...

grandissimo collè, sei stato straordinario, grande prova di forza mentale e cuore!! inoltre il tempo che hai fatto è rilevante.
bravo, bravo, bravo.

er Moro ha detto...

gran bel leggerti Ezio.. Auguroni campione!

Luca "Ginko" ha detto...

Con colpevole ritardo: grande EZIO!!! E auguroni!

mariellaella ha detto...

siete incredibili!!!

stavo leggendo sulla rivista Focus, in un articolo dedicato a noi podisti, che esiste una gara di oltre 200 Km in america nel deserto della Morte! ma chi ci gareggia Iron Man?