martedì 8 ottobre 2013

Il Nordic walking.

Prima lezione. No scherzo non farò lezioni ma cercherò di mostrare passo passo i miei miglioramenti per uno sport che a prima vista può sembrare semplice ma che è molto più complicato della corsa e in cui la tecnica è importante quanto la condizione fisica. Non vedo il Nordic Walking come uno sport di ripiego,  è impegnativo a una certa intensità, può essere praticato da tutti e cosa più importante ha una ridottissima possibilità rispetto altri sport di infortunio in quanto l'impatto col suolo è ridotto. Camminare,  specialmente in buona compagnia,  abbina l'esercizio fisico anche intenso alla possibilità di chiacchierare amabilmente,  anche se poi nei momenti più impegnati la voglia diminuisce.  Per iniziare servono un abbigliamento comodo e adeguato al meteo, in estate pantaloncini e maglietta possono bastare ma nel resto dell'anno uno zainetto con kway e cappellino sono indispensabili.  Le scarpe come potete ben immaginare sono assieme ai bastoncini gli attrezzi da curare. Spesso si comincia con scarpe da trekking o da corsa, ma siccome quando il movimento comincia a diventare fluido sull'asfalto sono piuttosto ingombranti, è preferibile acquistare scarpe da walking che a un prezzo più contenuto rispetto le precedenti assicurano al piede una stabilità e leggerezza necessari. Ed ora parliamo dei bastoncini. Ne esistono da escursionismo con un cinghiolo sul manico e molto piu resistenti ma buoni soprattutto nelle salite in montagna e da Nordic con un guantino dove infilare la mano e che aiutano nel movimento tipico di questo sport. La lunghezza del bastoncino secondo alcuni deve essere il risultato della moltiplicazione della propria  altezza x 0, 68 (nel mio caso visto che sono alto 1, 79 dovrebbe essere circa 122 cm). Altro metodo è appoggiare il bastocino all'altezza del tacco e tenendo il braccio a 90 gradi misurarne la lunghezza. Esistono bastoncini in alluminio o carbonio, i primi più economici e pesanti mentre i secondi leggerissimi danno meno vibrazioni al braccio rendendo meno faticoso l'allenamento,  anche se dal punto di vista della spesa la differenza è notevole.  Esistono bastoncini regolabili e che si possono quindi ridurre a fine allenamento di lunghezza e possono essere usati da più persone e altri tipi in un unica canna che quindi vanno comprati della misura esatta.

Diciamo che una prima infarinatura ce la siamo fatta. Ben vestiti e con le scarpe giuste e con due bastoncini che bisognera' imparare ad usare. Buona camminata a tutti.

4 commenti:

theyogi ha detto...

ecco, mo te mancano le ciaspole... :) ciao eziè!

Ezio ha detto...

Ciao Marcone....ti aspetto :-) :-) :-)

mjaVale ha detto...

anche tu NW!! ben fatta anch'io... e non è mica tutto relax anzi!
buone camminate, ciao :)

Mauro Battello ha detto...

mi fai ricordare quando stavo andando in fissa per lo si di fondo.. poi la logistica e tutto il resto ha impedito che iniziassi mai!

Vai Ezio: ti leggo motivatissimo!